Mettetevi gli Occhiali da Sole!
06 Febbraio 2020

Sebbene possa sembrare popcorn, in realtà questa è l'immagine più nitida mai presa del Sole.

Il Sole è la stella a noi più vicina ed ha già passato circa metà della sua vita. Ha brillato per 5 miliardi di anni e continuerà a farlo per i restanti 4.5 miliardi che gli rimangono.

Questa immagine è stata presa da un telescopio solare, sulla cima di un vulcano alle isole Hawaii. La foto mostra l'aspetto del gas in "ebollizione" sulla superficie del Sole. Ognuna di queste bolle ha circa la dimensione dell’intero Nord Italia. È attraverso queste bolle che il calore e l'energia dal profondo del Sole risalgono in superficie. I punti più luminosi sono la cima di queste bolle dove il calore sta salendo. Le linee scure introno alle bolle indicano il luogo dove il materiale sta raffreddando e affondando.

Come la Terra, il Sole ha i suoi momenti di brutto tempo, con venti forti e piogge violente. Ma diversamente dalle fin troppo frequenti tempeste terrestri, la pioggia sul Sole non è fatta di acqua, ma di un gas caldissimo ed elettricamente carico, detto plasma. Quando le eruzioni Magnetiche sul Sole spediscono materiale solare verso di noi, questo può influenzare i voli aerei, interferire nelle comunicazioni satellitari, far saltare le reti di corrente elettrica, causando lunghi back-out e danneggiando le tecnologie come il GPS.

Queste macchie brillanti possono aiutare gli scienziati a comprendere come e perché la regione esterna del Sole, detta corona abbia una temperatura di più di un milione di gradi. 

Curiosità

Noi possiamo vedere la corona del Sole durante una eclisse, quando si manifesta come una alone argenteo intorno al Sole.

This Space Scoop is based on a Press Release from AURA.

Martina Tremenda (Niccolò Bucciantini)

Immagini
Versione Print Friendly
Più Space Scoop

Vuoi saperne di più?

Cos'è Space Scoop?

Un sacco di astronomia

Ispirare una nuova generazione di esploratori spaziali

Amici di Space Scoop

Contattaci

Questo sito web è realizzato grazie al finanziamento della Comunità Europea, con l'accordo n° 638653 del Programma Horizon 20202